domenica 25 settembre 2011

Torta di rose rustica


Ricordate i limoni del mio giardino? Quelli contesi tra me e mia sorella? Bene, oltre ai limoni nel mio piccolo giardino mio padre ha sempre coltivato un pò di tutto. E se dico un pò di tutto mica intendo fiori e piante ornametali? Noooooo. Mio padre ha la strana convinzione che se una pianta non te la puoi mangiare non ha senso perderci tempo. Mi sembra ovvio! Solo le belle di notte resistono, ma non perchè se ne prende cura ma perchè hanno un istinto di sopravvivenza indescrivibile! Quindi al posto dei gerani abbiamo i peperoncini piccanti (perchè non sono rossi lo stesso?), al posto delle rose i pomodorini, al posto delle felci l'insalata....e così via passando per le melenzane e per una piantagione di basilico che una simile la trovi solo a Tigullio.
Non ci credete?
Eccone una prova:
carine vero?
Stamattina il raccolto è stato proficuo, ben 11 melenzane! E allora ne ho sottratte tre alla parmigiana per preparare questa torta di rose rustica che da tanto mi stuzzicava. Il risultato è stato abbastanza soddisfacente, come prima volta, anche se credo di avere diposto le rose troppo lontane tra loro, credendo che crescessero molto e in alcuni punti non sono molto attaccate ... 

Ingredienti:
500 gr di farina manitoba Molini Rosignoli
250 gr di latte
2 uova
100 gr di burro
10 gr di sale
1 cucchiaino di zucchero
1 cubetto di lievito di birra
150 gr di provola secca
150 gr di prosciutto cotto
3 melenzane medie
olio per friggere
1 aglio
4-5 pomodorini
sale
Preparere la pasta brioche: Scioglere il cubetto di lievito nel latte tiepido. Disporre sulla spianatoia la farina con al centro il burro, lo zucchero e il sale:. Aggiungere il latte a filo impastando gli ingredienti partendo dal centro. Impastare fino ad ottenere un impasto omogeneo ed elastico aggiungendo altra farina se necessario. Io ho usato la macchina del pane.
Lasciar lievitare per circa 1 ora e mezza (l'impasto deve raddoppiare di volume).
Intanto, pulire le melenzane, tagliarle a cubetti e friggerle in abbondante olio.  In una padella rosolare l'aglio con un filo d'olio e aggiungere i pomodorini tagliati a pezzettoni. Cuocere per una decina di minuti e salare. A cottura ultimata aggiungere le melenzane ed amalgamare bene il tutto.
Stendere la pasta in una soglia, aggiungere la provola il prosciutto, le melenzane e una manciata di parmigiano.



















Tagliare il rotolo in tronchetti i 4 cm circa e disporli leggermente distanziati in una teglia da 28 cm, precedentemente imburrata. Lasciar riposare per altri 30 minuti.


Cuocere a 180° per circa 1 ora.


Più che rose sembrano carciofi...è vero ... La prossima volta provo quella dolce.


45 commenti:

  1. No non sembrano carciofi sono bellissime e poi che buone con le melanzane!!!Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  2. urca!!!!!!!che belle..guarda che son perfette...e poi anche il carciofo ha il suo fascino e la sua dolcezza finale...ahahaha ma sai che mi stuzzica tanto questa tua preparazione?segno segno....bacioni e buona domenica..qui pioviggina
    A prestoo!!!

    RispondiElimina
  3. Bella e romantica questa torta! Posso immaginare quanto deve essere buona!
    Cmq la filosofia di tuo papà non mi sembra niente male: in fondo peperoncini e melanzane non sono pure decorativi??

    RispondiElimina
  4. Tuo padre ha ragione, rose e felci non si mangiano e poi come l'avresti fatta la torta rustica, con i tulipani?
    Scherzi a parte, è molto invitante e appetitosa!

    RispondiElimina
  5. Ma dov'è che non sono venute abbastanza attaccate? Uhm, adesso due sono le cose: o sei troppo severa con te stessa oppure sei una fotografa davvero ottima!
    Mi piace tantissimo questa torta, bellissime le melanzane del tuo giardino e meravigliosa la scelta di utilizzarne una parte in questo modo! Brava Marcella!

    RispondiElimina
  6. hai fatto benissimo a sottrarre le melanzane alla parmigiana, perchè questa torta di rose è veramente da leccarsi i baffi
    A.

    RispondiElimina
  7. Ma che bella..ma che dici è venuta bene,eccome..

    RispondiElimina
  8. non so se somigli più a carciofi o a rose , a me sembra spettacolare e poi il ripieno.....superbo , bravissima, e alla fine bisogna dare ragione al papà...visto i risultati, ti abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  9. un'idea gustosa e bellissima!!! ;)

    RispondiElimina
  10. Che tenere le melanzane nel vaso, non le avevo mai viste! La tua torta di rose rustica è davvero appetitosa...
    C'è che cucina coi fiori, in molti li usano. Potresti provare a dirlo a tuo papà, ti ritroveresti sommersa dei petali?
    Un bacione!

    RispondiElimina
  11. Davvero una bellissima idea!!! La torta delle rose con le melanzane...e che melanzane!!! Meravigliose anche perchè coltivate con tanto amore!! Un bacione e buona settimana!!

    RispondiElimina
  12. Hai capito la mia sorellina,si tiene tutte per sè le melanzane del giardino e per di più accenna solamente a questa meraviglia,brava Marcy,spero che almeno una rosellina sia rimasta...baci,baci,baci!!!

    RispondiElimina
  13. buona e saporita, con una forma un po' diversa dalla solita torta salata!

    RispondiElimina
  14. La torta è bella (buona anche, nn ho dubbi!) ma l'orto nei vasi supera l'immaginazione: incredibile! Bravissimo papa :)

    RispondiElimina
  15. Tu dici che non sono belle....a me non sembra e poi l'acquolina che fanno venire è eccellente! Cmq papà ci vede lungo con le sue teorie, vedi ti fornisce anche la materia prima....che ci facevi con i gerani?!

    RispondiElimina
  16. A parte il fatto che la tua torta di rose salata è una meraviglia... bisogna che tu dica a tuo padre che gli orti ornamentali (verdure al posto dei fiori) sono davvero di gran moda. Tuo papà è un modaiolo di quelli veri :)

    Baci.
    Mari

    RispondiElimina
  17. Ciao! Ma che bella questa torta e immagino la soddisfazione di averla fatta con le proprie melanzane ;) Bravo papà!!! Un bacione!

    RispondiElimina
  18. Caspita che bella, sicuramente buona tenendo conto delle melanzane a km direi metri 0. Complimenti a te e al papà.

    RispondiElimina
  19. Ciao carissima come vanno i preparativi? Faccio mia questa meravigliosa ricetta e se vuoi scopiazza la mia versione dolce, la trovi sul blog... e intanto che passi... mi raccomando partecipa al mio primo contest http://ultimissimedalforno.blogspot.com/2011/09/cuochi-da-biblioteca-contest-anchio.html
    Ti aspetto
    bacioni
    Anna

    RispondiElimina
  20. Che bella che è, uno di questi giorni voglio proprio farla, complimenti!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  21. Ma no, si vede che sono delle belle rose golose! Io la versione salata non l'ho mai fatta.

    RispondiElimina
  22. Ha un aspetto davvero gradevole
    bravissima ciao

    RispondiElimina
  23. faccio spesso la torta di rose, mi piace molto l'effetto... la tua è perfetta e chissà che buona quel ripieno mi sa che lo provo presto ;)

    RispondiElimina
  24. E siccome anche io ho una mia versione salata, proverò questo ripieno che mi sembra davvero invitante!
    ciao loredana

    RispondiElimina
  25. Fantastica questa versione salata... sai che nn l'avevo mai vista! e complimenti anche per il raccolto.. 11 melanzane è un bel bottino!
    ciao fico&uva

    RispondiElimina
  26. Una torta salata di grande effetto così come lo è l'orticello nei vasi, bellissimo!!

    RispondiElimina
  27. Ma questa torta salata con le melanzane è magica.....ho provato la torta di rose dolce ma salata è la prima volta che la vedo.....ma è bellissima...bacini

    RispondiElimina
  28. Che sfiziosa questa torta, ottima la filosofia del tuo papà :)

    RispondiElimina
  29. Questa torta salata devo dire che è proprio uno spettacolo e chissà che saporino invitante.
    Anche mio papà ragiona allo stesso modo del tuo e se una pianta non fa frutti viene tagliata inesorabilmente e senza pietà!
    Un abbraccio e buona settimana.

    RispondiElimina
  30. Ciao Pierluigi, diciamo che per fare le cose ben fatte, integratore e fiale sarebbe il trattamento perfetto. In realtà, fondamentale è l'integratore perchè l'unico che viene assorbito. La fiala aiuta un pò il fusto, ma non penetra...lo shampoo non serve ad una cippa! Lo shampoo, visto che ce l'hai, usalo, lo devi diluire...tutti gli shampoo vanno diluiti, anche se delicati. Un megaabbraccio, buon sabato!

    RispondiElimina
  31. Nei miei sogni proibiti c'è un orto e Carla che ci lavora con un cappellaccio di paglia in testa :)
    Le tue rose sono bellissime e anche buonissime, sono sicura. A presto, buona domenica

    RispondiElimina
  32. Ma sono fantastiche le "melanzane da balcone" ;) Magari riuscissimo ad avere piantagioni simili anche sul nostro terrazino a Milano, qui rischiamo di veder perire anche le spezie!!! =)

    Buona Domenica sera!

    Francesca di singerfood.com

    RispondiElimina
  33. Davvero una ricetta molto molto gustosa.
    Un abbraccio e buona serata.

    RispondiElimina
  34. Fantastica ricetta!! E anche blog^^ Mi aggiungo molto volentieri ai tuoi follower, se ti va di passare da me mi farebbe piacere. alla prossima!!

    RispondiElimina
  35. E' bella e sarà altrettanto saporita! Mi piace la filosofia di tuo padre se da questi risultati. A presto, Laura

    RispondiElimina
  36. stuzzicanti a dir poco, mi piacciono!

    RispondiElimina
  37. ma che meraviglia......la voglio provare assolutamente!!!!!!

    RispondiElimina
  38. Questo è un capolavoro Cara..bravissima!!!:-))
    Un mega kiss e buona domenica**

    RispondiElimina
  39. Bellissikma questa torta di rose rustica. Ciao

    RispondiElimina
  40. Davvero davvero un blog carinissimo!!
    mi unisco... se ti và passa a trovarmi un bacione!

    http://cupcakes-site.blogspot.com/ ♥

    RispondiElimina
  41. Mia cara Marcella, bellissima torta rustica "fiorita", mi piace moltissimo!
    E che dire delle piante!? Belle e utili: trovata geniale quella di tuo padre ^_*

    Tiziana

    RispondiElimina

Qualsiasi commento lascerai sarà ben accetto

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...